Cerca
iscriviti alla newsletter
artedonne


Iscriviti

LE CONDUTTRICI DEI LABORATORI

Susanne Strobel
susanne strobel

vive e lavora a Wuppertal - Germania. Percussionista e cantante, approfondisce i propri studi musicali in Ghana, Senegal, Burkina Faso, Usa, Spagna, Cuba e Brasile con maestri come D.Tucci, J.Santos, M.Verdonck, F.Kounate. Oltre a collaborare con diversi gruppi musicali e comporre musiche per film, sviluppa una propria metodologia per l’insegnamento e la sperimentazione musicale. Da anni collabora con scuole di musica, licei, centri di formazione e associazioni di donne. Conduce in particolare laboratori di percussioni con l’uso di strumenti provenienti da diverse parti del mondo, percussioni con oggetti d’uso quotidiano e percussioni ad acqua…. E' responsabile della scuola di percussione “Im Stellwerk” a Wuppertal e della samba band “Apito fiasco” .http://www.strobel-percussion.de/

Sandra Baruzzi
sandra baruzzi

nasce a Faenza (Ra), vive e opera a Castellamonte (TO).
Dal 1994, è docente d’Arte della Ceramica presso l’Istituto Statale d’Arte “F. Faccio” a Castellamonte. Dal 1989 si occupa di arredo urbano e la ceramica è l’elemento fondamentale delle sue ricerche per riqualificare le nostre città. Suoi interventi sono visibili nelle città di Travedona (VA), Castellamonte (TO), Torre Canavese (TO), Castelnuovo Nigra (TO), Campo Canavese (TO), Badalucco (IM), Cuorgnè (TO). Nel 1995 cura la pubblicazione Ceramica e didattica per l’infanzia con la presentazione del prof: Giancarlo Bojani, Direttore del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza.
Le sue opere sono esposte in musei di tutto il mondo.
Presta la sua collaborazione all’artista Ugo Nespolo per la realizzazione di opere in ceramica e al designer Ambrogio Pozzi. Sue opere sono esposte in musei e luoghi d’arte di moltissime località italiane. Nel 2002 ha curato il design di alcune stufe d’autore, Pagliacci Preziosa e Fiamma, per la Ceramiche Cielle di Castellamonte.
Nel 2003 ha progettato e realizzato (con A. Tabbia, M. Cusino. L. Seregni, G. Peritore, P. Giordano, G. Marthyn) il Libro d’Artista Ballata di pensieri e parole; nel 2004, con la casa editrice ANANKE di Torino, pubblica in collaborazione con Piera Giordano con TE sto , poesie, grafiche ed opere d’arte. Collabora con l’Associazione Villa5 residenza multidisciplinare per l’Arte delle Donne fin dal 2004 con il Progetto Virginia “Matte d’Arte”. Contribuisce allo sviluppo di progetti promossi da Confcooperative Fedagri Piemonte Gest-Cooper, con consulenze artistiche, per la valorizzazione con l’Arte dei prodotti agroalimentari piemontesi: “un’idea per la cooperazione Progetto ARCO”, “LA DIMENSIONE CREATIVA e i suggerimenti della terra”. Nel 2006 è chiamata da Dialogart, per la città di Mondovì (CN), ad elaborare i programmi e coordinare la formazione degli insegnanti, per il progetto Pizzi Blu “Museo in Valigia” congiuntamente a Dario Valli del Museo Internazionale di Faenza. Fa parte del gruppo di lavoro italo-francese per la “Formazione” istituito, nel 2007, dall’ Associazione Italiana Città della Ceramica.

Doriana Crema

Scrittrice e editor, è nata a Padova e vive e lavora a Milano.
Ha pubblicato per Einaudi il romanzo-reportage Tilt, febbraio 2008. Ha collaborato alla scrittura del film documentario Napoli. Piazza Municipio, regia di Bruno Oliviero, luglio 2008, Premio miglior film documentario, Festival del Cinema di Torino, 2008
Ha collaborato alla drammaturgia dello spettacolo teatrale Lillà e Bandiera di John Berger, 2007
È cosceneggiatrice del film Braci coperte, regia di Alessandro Rossetto, in fase di produzione.
È vincitrice della VI edizione del Premio per il reportage letterario Paola Biocca, aprile 2006.
È editor per la casa editrice e/o, dal maggio 2006.
Ha collaborato alla scrittura del soggetto cinematografico Salvatore e Veronica, regia di Leonardo Di Costanzo, aprile 2005, in fase di lavorazione.
Ha collaborato alla realizzazione del film documentario Guerra, regia di Pippo Delbono (Premio Sulmona Cinema come miglior film, 2003; Premio David di Donatello come miglior film documentario, 2004).