Cerca
iscriviti alla newsletter
artedonne


Iscriviti

Patrizia Cavalli


Patrizia Cavalli


Patrizia Cavalli è nata a Todi nel 1947 e vive a Roma. Ha studiato filosofia.
La prima raccolta di versi: Le mie poesie non cambieranno il mondo, uscito per Einaudi nel 1974, è dedicato a Elsa Morante che aveva patrizia cavalliapprezzato le poesie, mostratele in dattiloscritto, dalla giovane Patrizia.
Sempre Einaudi ha pubblicato Il cielo, L'io singolare proprio mio, e Poesie che raccoglie l’attività poetica di Patrizia Cavalli dal 1974 al 1992. Con Sempre aperto teatro, ancora per Einaudi, ha vinto nel 1999 il Premio Viareggio-Repaci.
Il poemetto La guardiana, è uscito nel 2005 per Nottetempo.
L'ultima raccolta, Pigre divinità e pigra sorte (Einaudi, 2006) si è aggiudicata il premio internazionale di poesia Pier Paolo Pasolini.
Cavalli traduce dal francese e dall’inglese. Per la prestigiosa collana Einaudi scrittori tradotti da scrittori ha trasposto in italiano il Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare.


“Fare scienza di tutto ciò che la scienza trascura o ignora: sembra questa la vocazione più forte e costante che si manifesta (o si nasconde) nella poesia più recente di Patrizia Cavalli. Che, pur somigliando sempre a se stessa, sviluppa ora un'attitudine riflessiva di genere filosofico intorno ai misteri di ciò che solo in apparenza è chiaro: le ragioni e le condizioni del piacere e del dolore, i mutamenti impercettibili e decisivi che confondono o che intensificano quello che sentiamo e siamo.” Guido Barbieri

Qualcuno mi ha detto
che certo le mie poesie
non cambieranno il mondo.
Io rispondo che certo sì
le mie poesie
non cambieranno il mondo.
Patrizia Cavalli, Le mie poesie non cambieranno il mondo